English Version Versione Italiana

2018 WorldSSP Assen Netherland - Assen

24 aprile 2018

Mahias mantiene il comando del campionato ad Assen 

Mahias mantiene il comando del campionato ad Assen 

Il pilota del team ufficiale GRT Yamaha WorldSSP, Lucas Mahias lascia il quarto round del Campionato del Mondo Supersport 2018 ad Assen ancora in testa alla classifica generale dopo una forte gara al quarto posto, anche se è rimasto deluso dal fatto di non essere riuscito a lottare per la vittoria domenica. Il suo compagno di squadra Federico Caricasulo stava spingendo più forte che poteva durante la gara, prima che il contatto con un altro pilota lo facesse cadere mentre combatteva nel gruppo di testa. Nella Coppa europea di Supersport, Alfonso Coppola ha fatto una buona partenza ma ha poi mollato la presa verso fine della gara per finire in ventesima posizione. 

Mahias ha faticato a trovare la messa a punto perfetta in Aragon e, sfortunatamente, ha sofferto di un problema simile per tutto il weekend ad Assen. Partendo dalla metà della prima fila, il campione in carica WorldSSP stava tirando il limite assoluto per la gara dei 18 giri prima di tagliare la linea in quarta posizione. Nonostante sia rimasto deluso per aver mancato il podio per la seconda volta consecutiva, il 29enne pilota francese lascia il TT Circuit Assen ancora in testa al campionato con 71 punti, anche se il suo vantaggio è ridotto a un punto. 
 Anche Caricasulo ha avuto difficoltà a trovare il setup perfetto con la sua Yamaha R6. Nonostante questo, ha combattuto valorosamente per tutto il weekend e durante la gara, era arrivato al quinto, dal settimo posto in griglia e stava combattendo con il suo compagno di squadra nel gruppo di testa quando è entrato in contatto con un altro pilota al 13 ° giro alla curva 6 e la sua gara è finita prematuramente. Fortunatamente, nonostante si sia trattato di un incidente non grave, Fede ne è uscito malconcio e contuso, ma senza ferite gravi. Dopo il suo DNF, il 22enne italiano è ora quinto nella classifica di campionato con 49 punti, portando il suo compagno di squadra al vertice di 21 punti ma sicuro di poter contrattaccare ad Imola.  
Coppola ha dimostrato ancora una volta grandi progressi durante il weekend di gara, in quanto il vincitore della Yamaha R3 bLU cRU Challenge inaugurale continua ad adattarsi al campionato WorldSSP. A partire dal 25 ° posto in griglia, ha goduto di una serie di buone battaglie con altri piloti prima che il peso extra della R6 e la durata più lunga della gara cominciassero a farsi sentire. Combattendo fino alla linea del traguardo, ha finito al 20° posto ed è ora determinato a lavorare duramente sulla sua forza e resistenza prima del prossimo round di Imola.  
Il GRT Yamaha WorldSSP ufficial Team ora si recherà a un test privato a Brno, prima di mettere gli occhi sul Round 4 del WorldSPP Championship a Imola dall'11 al 13 maggio. 
Filippo Conti Team Manager
"E 'stata una gara molto eccitante con un sacco di drammaticità, non siamo saliti sul podio con Lucas ma siamo riusciti a colmare il divario con i ragazzi davanti nel corso del fine settimana, Federico stava spingendo molto forte ma non mi sento al 100% con l'impostazione della sua moto, tutto è più difficile e questo è stato il motivo per cui ha dovuto correre tanti grandi rischi. Onestamente, non sono molto soddisfatto di questa gara perché so che abbiamo il potenziale per lottare per la vittoria con entrambi i piloti. Abbiamo faticato davvero a trovare il giusto assetto per i nostri piloti durante il weekend e mentre siamo riusciti a migliorare in ogni sessione, non è stato sufficiente per vincere la gara. Ora abbiamo il test a Brno e speriamo di poter tornare a lottare per la vittoria ad Imola. Alfonso ha terminato la sua prima gara e ha mostrato di nuovo dei miglioramenti molto buoni durante il weekend. Venendo da WorldSSP300, deve abituarsi alle esigenze fisiche di guidare la R6 in WorldSPP ma siamo sicuri che lo farà, lavora il più forte possibile per arrivare a Imola pronto a combattere per i primi 15. " 
 
 
 

Intervistato: Lucas Mahias

"È stato un weekend davvero difficile per me, sono un po' triste e deluso in questo momento perché quarto non è la posizione che volevo in questa gara Questa è la seconda gara di fila che manco il podio e, di sicuro , ho il passo per lottare per il podio ma al momento non siamo in grado di impostare perfettamente la moto; in Aragon abbiamo avuto problemi simili e mi sembra di perdere, rispetto agli altri in rettilineo, quindi ora dobbiamo provare a capire il problema, ho spinto più forte che potevo in quella che è stata una gara difficile, ma, onestamente, il quarto era il massimo che potevo fare oggi, era impossibile salire sul podio perché avevo 18 giri di qualifica per me. Stavo spingendo al limite ogni giro, il che ha reso tutto molto difficile, il mio compagno di squadra Caricasulo ha avuto lo stesso problema, ha spinto molto in gara per cercare di rimanere nel podio ed è caduto. Per me, non è la fine del mondo, mentre sto ancora conducendo il campionato, non ho commesso errori e penso sinceramente che il quarto sia stato Il meglio che possa fare. Lavoreremo duramente al test di Brno per cercare di capire questo problema, risolverlo e tornare carichi a Imola. Vorrei ringraziare la mia squadra per tutto il loro duro lavoro questo fine settimana. Abbiamo migliorato in ogni sessione e il telaio è ora configurato perfettamente. Questo è il motivo per cui ho finito quarto, grazie all'ottimo lavoro del mio team, quindi ora mi concentrerò sulla possibilità di lottare per la vittoria di Imola ". 
 

Intervistato: Federico Caricasulo

"Non avevo il setting migliore per la gara di oggi, ero veloce a metà gara ma la mia gomma anteriore era finita, ho avuto molti contatti con altri piloti durante la gara, ho avuto due o tre collisioni e poi quando ero alla curva 6, ho sentito il contatto con un altro pilota da dietro e sono caduto, non avevo il ritmo per lottare per il podio di oggi, se non fossi caduto sarei comunque finito con il gruppo dietro. Ora mi concentrerò sul test di Brno e non vedo l’ora di arrivare a Imola! " 

Intervistato: Alfonso Coppola

"Finire la mia prima gara in WorldSSP è un passo molto grande! In WorldSSP300 non fai tanti giri e la moto è molto più leggera, quindi qui, la pesantezza dell’ R6 in 18 giri è diventata molto impegnativo. Mi sentivo davvero bene, ma ho faticato un po’ dopo, quindi ora andrò a casa e mi allenerò molto per fare un altro miglioramento per Imola. Grazie a Yamaha per questa opportunità e per il team GRT di cui sto imparando molto, mentalmente e fisicamente, riescono ad aiutarmi a rimanere calmo e concentrato e questo è importante, non vedo l'ora di correre a Imola, amo la pista e il mio obiettivo sarà finire nei punti ". 
 

OFFICIAL SPONSOR

TECNICAL SPONSOR

Team Logo