English Version Versione Italiana

2018 WorldSSP Chang International Circuit Thailand - Chang

25 marzo 2018

Sensazionale doppio podio per il GRT Yamaha World SSP

Sensazionale doppio podio per il GRT Yamaha World SSP

Il GRT Yamaha Official Team WorldSSP ha vissuto una splendida Domenica a Buriram, in Thailandia,nel 2 Round del Campionato Mondiale FIM Supersport 2018. Lucas Mahias è stato l'uomo da battere per tutto il fine settimana - partendo dalla pole position - è stato coinvolto in una spettacolare battaglia per la vittoria della gara. L'uomo del Mont-de-Marsan ha dato il massimo prima di tagliare il traguardo in seconda posizione, perdendo la sua seconda vittoria stagionale per soli 0,048. Il suo compagno di squadra Federico Caricasulo ha fatto si che fosse un giorno da festeggiare per la squadra grazie ad una prestazione eccellente che lo ha visto salire sul terzo gradino del podio, a soli 1.213 secondi dal vincitore della gara, assicurandosi cosi il suo primo podio della stagione e il primo podio doppio del Team. Nella stagione 2017 infatti il GRT Yamaha WorldSSP ha sempre portato a casa una vittoria in ogni Round, ma non hai mai visto salire insieme I due piloti sul podio.

Mahias dopo aver conquistato la sua terza pole consecutiva in WorldSSP sabato, nel Circuito Internazionale di Chang, quando le luci si sono spente per la gara di domenica è rimasto coinvolto in un’emozionante battaglia per la prima posizione con il suo compagno di squadra Federico Caricasulo e l'altro pilota Yamaha Jules Cluzel (NRT) . In seguito anche Krummenacher – anch’esso in sella a una Yamaha R6 - si è unito a questa lotta per la vittoria. Dopo la caduta di Cluzel al 13 ° giro, la lotta per la prima posizione si è focalizzata tra Mahias e Krummenacher lotta in cui Mahias perdeva sul rettilineo a favore del pilota svizzero, ma recuperava nella parte guidata.
Sono stati inseparabili fino all'ultima curva del penultimo giro, quando Mahias ha rischiato di perdere l’anteriore, distanziandosi dal rivale di 0,5 secondi. Imperterrito, ha dimostrato un'incredibile abilità e determinazione nel voler colmare  il divario con il rivale. Ha poi superato Krummenacher ma è andato un po’ largo ed  hanno avuto un contatto con il pilota svizzero, regalandoci un finale mozzafiato.  Mahias  ha perso la sua terza vittoria consecutiva in WorldSSP di soli 0.048 secondi in un emozionante finale di gara. Ora Lucas Mahias condivide la leadership del campionato con 45 punti con Krummenacher. Il suo compagno di squadra Caricasulo ha fatto una grande partenza dal terzo posto in griglia e si è subito immerso nella battaglia per la vittoria, conquistando un'ottima terza posizione. Ha mostrato grande maturità per la sua età, il 21enne italiano ha infatti mantenuto la sua attenzione per la difesa della sua posizione da Cortese assicurandosi il suo primo podio del 2018, a soli 1.213 secondi dal vincitore. Ha così raccolto 16 punti, il che significa che ora è terzo nella classifica generale del campionato a parità con Cortese.

Intervistato: Lucas Mahias


"E 'stata una bella gara! Non sono molto contento perché sono arrivato secondo e ho sempre voglia di vincere, non so perché, ma mi sembrava di essere piu’ lento sulla velocità di punta sui rettilinei, forse sono state le temperature più calde di oggi, il setting del rapporto finale, visto che in ogni sessione del weekend sono stato sempre in prima posizione. Forse abbiamo fatto un piccolo errore ma guarderemo i dati per capirne la causa. Credevo di poter superare Randy nell'ultimo giro - nella stessa curva in cui avevo sorpassato Federico, ma nel giro precedente avevo quasi perso l’anteriore, questo mi è costato 0.5 secondi. Dopo di ciò, ho dato il Massimo di me stesso  per provare e recuperare il distacco con Randy nell'ultimo giro, ma nei primi due settori, con i rettilinei, era impossibile colmare il divario, ho provato a batterlo fino all'ultima curva ma Randy era molto forte in frenata ed è stato un buon finale per gli spettatori. Preferirei aver vinto ma mi piace lottare in questo modo durante la gara. Se paragonate il mio inizio quest'anno rispetto alla scorsa stagione in cui avevo conquistato solo 20 punti dopo le prime due gare e ho vinto il campionato nel 2017, mentre quest'anno ho già 45 punti! E' impossibile vincere il titolo nelle prime gare, ma è facile perderlo. L'obiettivo rimane lo stesso, impegnarsi  per molte vittorie, non pensare ai punti o al campionato, ma solo alla vittoria. Sono fiducioso per Aragon perché ho la migliore squadra nel paddock e lavorano sempre duramente per migliorare la mia R6 e mi piace davvero lavorare con loro. Adoro la pista di Aragon, è stato la pista in cui ho conquistato  la mia prima vittoria in WorldSSP l'anno scorso e non vedo l'ora di andare lì e combattere  per la vittoria! "
Fede:

Intervistato: Federico Caricasulo

"Sono contento del risultato, anche se speravo di riuscire ad fare ancora meglio  ma oggi è stato impossibile perché stavo perdendo un po 'in uscita dai miei avversari, la gara non è stata facile perché faceva veramente caldo e abbiamo spinto al massimo per tutto i 17 giri ma sono contento, è un risultato  importante sia per il campionato e sia per il modo in cui la mia squadra ha lavorato: la mia moto in curva  e in frenata era davvero buona e sono sicuro che ad Aragon potremo lottare per la vittoria! "

Intervistato: Filippo Conti

"Abbiamo perso la vittoria, ma siamo molto contenti perché questo è il nostro primo doppio podio, la squadra ha lavorato molto duramente per tutto il weekend e abbiamo avuto un ottimo ritmo di gara ma, alla fine, le corse sono in gara. Lucas ha fatto del suo meglio per vincere ma, sfortunatamente certe volte si arriva anche secondi. Federico ha avuto una gara fantastica e sono molto felice per lui perché ha mancato il podio a Phillip Island e questo se lo è meritato. Lavoreremo duramente per far in modo che ad Aragon entrambi i piloti possano lottare nuovamente  per la vittoria. Voglio ringraziare tutto il team che, pur essendo così lontano da casa, ha fatto un lavoro fantastico, sono un un gran gruppo e sono veramente orgoglioso di ognuno di loro, grazie anche alla Yamaha, perché ci dà sempre il miglior supporto possibile e non vediamo l'ora che arrivi Aragon ".

OFFICIAL SPONSOR

TECNICAL SPONSOR

Team Logo