English Version Versione Italiana

2020 WorldSBK Circuito de Jerez Angel Nieto Pirelli Spanish Round

Arrivano le prime top-10 dell’anno per il team GRT

Arrivano le prime top-10 dell’anno per il team GRT

L'ultimo giorno di corse a Jerez ha mostrato un Gerloff in ottima forma, con l’americano in grado di concludere ambedue le gare nella top-10, mentre per Caricasulo la giornata non è stata facile a causa di un mancato feeling con la moto nelle condizioni di caldo estremo.

Nella sessione di warm-up mattutina i due piloti del team GRT si sono detti soddisfatti delle modifiche apportate alla messa a punto, e hanno fatto segnare rispettivamente il 13esimo e il 15esimo tempo, ma con un passo gara competitivo. I cambiamenti di setup si sono rivelati utili per Gerloff, che ha corso una Tissot Superpole Race molto concreta passando dal 15esimo posto in griglia all'ottavo finale, ma non hanno funzionato nel modo previsto per Caricasulo, che è stato ostacolato dalla mancanza di fiducia con le alte temperature e ha chiuso 16esimo. Gara 2 si è poi sviluppata in modo simile, con Gerloff al decimo posto e Caricasulo 16esimo. I due vincitori sono stati Jonathan Rea Team del Kawasaki Racing Team e Scott Redding di Aruba Ducati.

Gerloff si considera soddisfatto dei risultati di domenica e del lavoro svolto da tutto il suo team, ma si rammarica per aver commesso alcuni errori in Gara 2: “È stato un fine settimana tutto in crescita, e sono contento di come si è concluso: nella Superpole Race mi sono sentito davvero a mio agio sulla moto, e l'ottavo posto ha confermato i nostri progressi. Ho provato a continuare altrettanto forte in Gara 2, nella quale ho avuto una buona partenza e ho tenuto un buon ritmo, ma sfortunatamente ho commesso alcuni piccoli errori in frenata per tenere il passo con i piloti davanti, e ho perso un paio di posizioni. Sono piccole cose, ma che mi fanno arrabbiare con me stesso, perché devo gestire meglio queste situazioni, ma sfortunatamente è andata così, e alla fine ho concluso decimo. Sono comunque soddisfatto di come è andata oggi, ma sicuramente mi aspetto di più per il futuro: arrivare decimo non rappresenta il mio obiettivo. Ora si va a Portimão, un circuito che già conosco dai test invernali, quindi, se non altro, non dovrò imparare una nuova pista. Anche le temperature dovrebbero essere meno estreme, quindi non vedo l'ora di iniziare.”

Secondo Caricasulo, invece, la caduta in gara 1 del sabato ha influito sui risultati insoddisfacenti di oggi: “Siamo andati forte nel warm-up, con temperature più basse, ma con il gran caldo sia della Superpole Race che di gara 2 non siamo mai stati abbastanza veloci. Non sono semplicemente riuscito a trovare il giusto feeling con la moto con temperature così elevate. Il fatto di essere caduto nei primi giri di gara 1 ieri e di non aver potuto raccogliere dati importanti, ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale nell’andamento della giornata di oggi, ma almeno domenica ho corso tutti i giri, portando a casa informazioni utili per il futuro. Ora dobbiamo capire quale sia stato il problema e andare a Portimão, dove avremo un'altra opportunità."

Il Technical Coordinator Damiano Evangelisti riassume l’andamento del weekend, e attende con impazienza il round portoghese: “Federico è stato molto veloce venerdì e sabato, ma la caduta dei primi giri di gara 1 gli ha tolto la possibilità di sperimentare il comportamento della moto durante la gara, e ha ridotto la sua fiducia nella gomma anteriore in queste condizioni di grande caldo. Un doppio 16esimo posto non è il risultato a cui stavamo puntando con lui, ma siamo fiduciosi che sarà molto più veloce già a Portimão, una pista su cui è andato forte durante i test invernali. Ci aspettiamo che tornerà a combattere per le posizioni nella top-10, quelle che lui merita. Per quanto riguarda Garrett, il suo fine settimana è trascorso in continuo miglioramento, e le ultime modifiche alla messa a punto apportate durante il warm-up gli hanno dato ulteriore fiducia. Questo gli ha permesso di fare due belle gare sia nella Superpole Race sia in gara 2, dove, nonostante un paio di errori, il suo tempo di gara totale è stato di 5 secondi minore rispetto a ieri. Avrebbe forse potuto chiudere più avanti, ma siamo comunque soddisfatti e lavoreremo duramente per continuare a migliorare, a partire da Portimão.”

Conclusosi il weekend di Jerez, il team GRT si prepara ora per un altro fine settimana di azione all'Autódromo Internacional do Algarve a Portimão, in Portogallo. Il weekend di gara comincerà venerdì 7 agosto con le prime due sessioni di prove libere.

 

TECHNICAL SPONSOR

Team Logo